“Si deve dire e predicare in maniera molto sicura che come i corpi degli apostoli Pietro e Paolo sono a Roma, così le reliquie di san Tommaso mio apostolo sono in Ortona.”

Recitava così la rivelazione che Santa Brigida ebbe in una calda estate tra il 1365 e il 1370, in occasione di un suo pellegrinaggio nella città di Ortona, attuale sede Ufficiale delle Spoglie di San Tommaso Apostolo. L’Anno Santo del 1350 aveva infatti richiamato a Roma tantissimi pellegrini, che viaggiavano a piedi, in carrozza, oppure in barca dove era possibile.

WhatsApp Image 2016 08 13 at 12.22.20

Sul richiamo emotivo dei cammini a Santiago de CompostelaGerusalemme, e al santuario di Santa Brigida, l'antico pellegrinaggio viene ripercorso nel mese di Agosto (questa è la quarta edizione) dall'Associazione “Il Cammino di San Tommaso”, dalla Città Santa di Roma fino al borgo della costa teatina, e si articola nelle seguenti tappe: Roma-Albano Laziale-Lariano-Genazzano-Subiaco-Cappadocia-Tagliacozzo-Massa d'Albe-Rocca di Mezzo-Fontecchio-Capestrano-Torre de' Passeri-Pretoro-Orsogna-Crecchio-Ortona.

In occasione dell'Anno Giubilare della Misericordia 2016, il Cammino si percorre straordinariamente nel senso inverso, da Ortona a Roma, in segno di devozione verso papa Francesco che accoglierà i pellegrini domenica 21 Agosto.

Capestrano, dunque, da sempre crocevia di antichi tracciati e città natale del soldato Santo San Giovanni da Capestrano, accoglie i pellegrini del XXI secolo e resta in ogni occasione con il segno indelebile del loro passaggio. Per dirla con le parole dei pellegrini di San Tommaso: “chi fa il Cammino è il Cammino”.

Capestrano è il cammino, Capestrano è in Cammino, perchè, da sempre il Cammino unisce con l'auspicio che sia sempre un “Buon Cammino” per tutti coloro che intendono rivivere oggi queste antiche emozioni.

WhatsApp Image 2016 08 13 at 12.27.30

I pellegrini dell'apostolo Tommaso sono arrivati a Capestrano nel tardo pomeriggio del 10 agosto accompagnati dalla sempre attivissima Carla Santini che si è dedicata all'accoglienza dei pellegrini sin dalla prima edizione.

L'abbraccio della comunità si è svolto in una cena in cui si è celebrato il rito della "Carta": l'amministrazione comunale rappresentata dal vice sindaco Davide Fontecchio e dal consigliere comunale Cristina D'Alfonso, appone il timbro sulla Carta del pellegrino a formale testimonianza della tappa appena compiuta. La sosta è breve, il cammino è lungo e l'indomani la partenza è prevista di primo mattino dal suggestivo convento di San Giovanni, dove i pellegrini hanno trascorso la notte.

Il gruppo Capestrano da scoprire, grazie alle deliziose torte di Cuoca Tittina e del B&B Paparella, insieme con Carla Santini e Cristina D'alfonso, si sono occupati delle colazioni. Un bicchiere di latte, del caffè caldo, le immancabili pizzelle, un panino, poi la partenza alla volta di Fontecchio.

Un arrivederci ai pellegrini del Cammino di San Tommaso, ed un auspicio per la prossima edizione: indossare scarpette, munirsi di bastoncini e mettersi tutti in cammino!


Dolci per la colazione dei ragazzi del cammino di San Tommaso

Con l’arrivo a Capestrano dei ragazzi del Cammino di San Tommaso siamo stati felicissimi di poter preparare la colazione con questi dolci semplici ma fatti con il cuore:

 - Torta 7 vasetti

 - Ciambellone bicolore all’acqua

 - Pizzelle

Vedi le ricette

Copyright

© Copyright 2014-2017 - Capestrano da scroprire.it tutti i diritti riservati. Scrivici.

Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per analisi e servizi di condivisione sui social network.